081 579 33 30 340 53 92 770

Auricoloterapia

Premessa

L’auricoloterapia  cura patologie sia funzionali che organiche e riduce, in modo rapido, sintomatologie dolorose (artrosi, distorsioni, spasmi, algie uterine etc..).

Ha scarsi o quasi nulli effetti collaterali e, solo in alcuni casi,  può dare  una sensazione spiacevole nell’atto di infissione dell’ago.

Essa viene usata anche nelle diete, quando  c’è necessità di perdere peso, nelle forme ansiose e nei disturbi della postura.

Il Settore “Auricoloterapia” è curato sia dal dott. Aldo Ruocco che dalla dott.ssa Claudia Ruocco, psicologa clinica, osteopata e auricoloterapeuta.

Patologie trattate:

– Ortopediche: artrosi della colonna, dell’anca, ginocchio e caviglia; periartriti scapolo-omerali, epicondiliti, tunnel carpale, tendiniti, lombalgie, lombosciatalgie, metatarsalgie,  distorsioni della caviglia etc…

– Neuro-psichiatriche: nevriti, nevralgie del trigemino, cefalee, vertigini, insonnia, ansia, depressione.

– Gastro-intestinali: gastriti, coliti, stipsi.

– Respiratorie: riniti, asma, dispnea, allergie respiratorie.

– Ginecologiche: disturbi del ciclo mestruale, dismenorree, amenorre, disturbi della menopausa.

 

Notizie sull’auricoloterapia:

Nei testi originali cinesi, si  trovano scritti nei quali l’orecchio viene collegato agli organi ed ai visceri.

Nel più antico testo cinese, lo Huang Di Nej Jing ( Libro di medicina interna dell’Imperatore Giallo ) e nel Ling Shu,  si parla dell’orecchio e di una sua somatotopia ( proiezione dello schema corporeo ).

I documenti storici in nostro possesso sono pochi, perché tutto è stato tramandato oralmente.

Nogiere, negli anni 56-57,  sviluppò l’idea della somatotopia fetale sull’orecchio, base di partenza dell’auricoloterapia.

La forma dell’orecchio oltre a quella fetale, ricorda quella del piede e del rene con il quale, secondo la medicina cinese, è legato dal punto di vista energetico.

L’orecchio ha sollecitato, nel tempo, una ricca serie di suggestioni, accostamenti simbolici  tra esso e i riflessi sessuali; i nostri lobi, assenti in tutti gli altri primati, sono delle zone erogene.

La “rappresentazione” dell’omunculus sull’orecchio a testa in basso, fa corrispondere il lobo alla testa, l’antelice alla colonna vertebrale, la conca alle strutture endodermiche, l’area tra antelice ed elice alle strutture mesodermiche

La  “rappresentazione” non è  una “proiezione” degli organi sull’orecchio, ma  una loro  innervazione sensitivo/ motoria a livello della S.R.A, in quanto punti e zone auricolari non contraggono rapporti diretti di innervazione con le suddette strutture.

Link: https://it.wikipedia.org/wiki/Auricoloterapia

Prenota ORA una Visita Specialistica c/o il Ns Studio Medico di Napoli

Richiedi subito informazioni su questo servizio

Compilare il form sottostante esponendo la propria richiesta.

CONTATTACI SUBITO

Tel. Fisso

Cellulare

WhatsApp

E-Mail